1

Affidato a Sabar per altri 15 anni , il servizio di gestione dei rifiuti nei comuni della Bassa Reggiana

Lo scorso 29 dicembre è stato affidato il servizio gestione rifiuti urbani nel bacino “Bassa Reggiana” (corrispondente al territorio dei comuni di Boretto, Brescello, Gualtieri, Guastalla, Luzzara, Novellara, Poviglio, Reggiolo, nella provincia di Reggio Emilia) all’azienda S.A.Ba.R. Servizi S.r.l, società partecipata al 100% dai comuni elencati. Il servizio è affidato, a partire dal primo gennaio 2022, per quindici anni secondo il modello gestionale dell’in house providing, coinvolgendo un bacino di circa 71mila abitanti. L’importo economico dell’affidamento ammonta a nove milioni l’anno, per un totale di 135 milioni in quindici anni.

Secondo quanto riportato sul sito di Atersir, a seguito di approfondita istruttoria dei documenti forniti dall’Azienda che ha avuto sintesi nella Relazione ex art.34 D.L. 179/2012, l’Agenzia ha potuto certificare che sussistono le condizioni economiche, tecniche e le opportunità socio-territoriali per confermare la gestione in house a S.A.Ba.R. Servizi S.r.l.

La volontà nel proseguire la gestione pubblica del servizio si basa su diversi fattori, puntualmente analizzati nella Relazione che si accompagna alla delibera, fra cui:

  • l’assicurazione che il progetto industriale proposto garantisce livelli prestazionali elevati, coerentemente alle caratteristiche e alle esigenze del territorio di riferimento.
  • negli anni sono stati garantiti livelli di eccellenza sulla percentuale di raccolta differenziata (88%, dato già allineato agli obiettivi del PRRB – Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti e per la Bonifica delle Aree Inquinate 2022-2027) e sono comunque già previste eventuali azioni correttive qualora si dellineasse un disallineamento tra i risultati di gestione e gli obiettivi sfidanti del nuovo PRRB;
  • L’analisi dei profili economico-finanziari della scelta della forma di gestione, condotta in collaborazione con il Dipartimento di Economia e Management dell’Università degli Studi di Ferrara, ne evidenzia la congruità e la sostenibilità per l’intera durata dell’affidamento e che il Piano Economico Finanziario relativo alla proposta di gestione del servizio rifiuti urbani risulta sostenibile dal punto di vista economico-patrimoniale e finanziario per l’intera durata della concessione.